Cherchez la femme, un progetto che non é un cliché.

 

FB_IMG_1510621063726 Cherchez la femme, letteralmente cercate la donna, é un’espressione, diventata proverbiale nella letteratura pulp, che nasce come citazione di un passaggio de I Mohicani a Parigi di Alexandre Dumas padre: Il y a une femme dans toute les affaires; aussitôt  qu’on me fait un rapport, je dis: Cherchez la femme, tradotto in italiano: C’é una donna in ogni caso; appena mi portano un rapporto io dico: cercate la donna. L’espressione  si diffonde rapidamente nella cultura di massa, attraverso romanzi cult come quelli di Agatha Christie o Black Dalia di James Ellroy a indicare un luogo comune, quello della donna quale causa ultima, colpevole da stanare, fino a indicare, in senso lato, la ricerca di una causa che sta alla radice del problema. Del resto, sulla scia della tradizione letteraria occidentale, che si fa iniziare con la guerra di Troia, causata proprio dall’adulterio di Elena, il cliché della donna quale radice del problema ha attecchito molto facilmente. 

C’é una donna in ogni caso. Partendo da questo assunto, il progetto Cherchez la femme. Percorsi tra letteratura, arte, attualità,   intende ribaltare il cliché  e risignificare il motto proverbiale, continuando sulla linea del progetto Un altro genere di poesia, che ha portato nel precedente anno scolastico alla demistificazione del luogo comune dell’assenza di donne nella produzione letteraria italiana, dalle origini al Rinascimento. Se é vero, e lo é, che le donne ci sono nella storia della letteratura, come in quella dell’arte e nella Storia in generale, il Cercate la donna del Liceo classico V.Emanuele II vuole essere un invito alla ricerca e al dibattito intorno a questa presenza rimossa. Le alunne e gli alunni sono le/i protagoniste/i di questo percorso. Attraverso la lettura e le interviste ad autrici contemporanee che oggi fanno letteratura, si occupano di problemi legati all’attualità o si dedicano allo studio e alla  ri-scoperta di scrittrici e artiste del passato,  ingiustamente rimosse dalla Storia.

Saranno ospiti del Liceo V.Emanuele II di Lanciano, durante l’anno scolastico 2017-18:

Francisco Soriano, autore di La morte violenta di Isabella Morra, Stampa alternativa, 2017

Nadia Tarantini, autrice di Quando nascosti tu, stella lucente, L’iguana,  2017

Giulia Caminito, autrice di La grande A, Giunti, 2016

Giorgia Serughetti-Cecilia D’Elia, autrici di Libere tutte, dall’aborto al velo donne nel nuovo millennio, Minimum  fax, 2017

Luciana Capretti, La jihad delle donne, il femminismo islamico nel mondo occidentale, Salerno editrice, 2017

Chiara Pasetti, Camille Claudel e Moi, Aragno, 2016, con spettacolo teatrale Moi,  ispirato alla vita di Camille Claudel, scritto da C. Pasetti  e realizzato in collaborazione  con il teatro della tosse di Genova.

Gli incontri sono aperti alla cittadinanza.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...